Il trucco spy di WhatsApp Web è stato archiviato troppo presto?






Il trucco spy di WhatsApp Web è semplice e ben noto. Eccolo riassunto in tre passi:

PASSO 1. Bisogna impossessarsi per qualche istante del cellulare Android da controllare. Poi bisogna aprire il WhatsApp del cellulare da controllare e toccare i tre puntini bianchi del 'Menu'  in alto a destra. Selezionare 'Dispositivi collegati'  > 'Collega un dispositivo'Si attiva la fotocamera e si apre la classica finestrella per scansionare un QR code. 

PASSO 2. Appoggiare il cellulare da controllare e prendere in mano un secondo cellulare Android. Con questo secondo cellulare bisogna connettersi alla pagina Internet 'web.whatsapp.com'. E' importante che il browser del secondo cellulare sia Chrome o Firefox ed è importante attivare la modalità 'Desktop' nel browser (nel menù del browser in alto a destra selezionare 'Sito Desktop' 'Desktop').

PASSO 3. Appena entrati nella pagina WEB appare un QR code da scansionare. A questo punto bisogna riprendere in mano il cellulare da controllare (che dovrebbe ancora avere la fotocamera attiva in attesa di scansionare un QR code) e bisogna scansionare il QR code visibile sul secondo cellulare.


In pochi istanti nel secondo cellulare viene automaticamente caricato un duplicato di tutte le chat.
 

Al posto del secondo cellulare Android si può usare anche un PC, che risulterà più comodo e gestibile se non si devono fare controlli in movimento. Anche su PC si raccomanda di usare un browser come Chrome o Firefox. Se si preparano e si testano questi passaggi prima di entrare in azione, il tempo medio dell'attivazione è di 10-15 secondi.

Dpodichè non bisogna spegnere il secondo cellulare che ha caricato il duplicato delle chat, non bisogna chiudere il browser che ha caricato la pagina e non bisogna uscire dalla pagina whatsapp.com. Trattandosi un doppione di WhatsApp attivo in parallelo con il principale ovviamente non si devono aprire i nuovi messaggi entranti prima che lo faccia la persona controllata e non si deve scrivere nulla nelle chat (è evidente che queste anomalie verrebbero facilmente notate dalla persona controllata o dal suo interlocutore!). In pratica bisogna limitarsi ad aprire le chat dopo che sono terminate e in una fase in cui la persona controllata non è connessa a WhatsApp.

Bersagliati di critiche, nel 2020 gli sviluppatori di WhatsApp sono corsi ai ripari creando la notifica Android 'WhatsApp WEB attualmente attivo'. Con una così evidente notifica, il trucco di WhatsApp WEB era stato archiviato. 

Ma gli sviluppatori di WhatsApp hanno generato la notifica Android 'WhatsApp WEB attualmente attivo' usando il canale 'Altre notifiche'. Il workaround è semplice: in Android 8 e successivi (no Android 5-6-7) basta entrare in 'Impostazioni' di Android > 'App' > 'Gestione App', cercare la App WhatsApp, selezionare 'Notifiche' disattivare il gruppo di notifiche 'Altre notifiche'. Da segnalare che non tutti gli Android mostrano l'accesso a questo gruppo di notifiche. Se l'accesso non c'è potrebbe dipendere dalla release di Android o dalle modifiche OEM introdotte dal produttore del cellulare (es. alcuni Samsung). In questi casi non si può fare nulla.

Se quanto sopra è possibile, tutte le principali notifiche di Android relative a WhatsApp (messaggi entranti, backup, ecc.) continuano ad apparire normalmente. Quindi è molto difficile che l'inibizione delle altre notifiche venga notata dall'utente controllato. Ma la notifica Android 'WhatsApp WEB attualmente attivo' sparisce.


Il trucco va verificato caso per caso: alcuni Android potrebbero non concedere l'accesso a tutti i livelli delle notifiche di WhatsApp. In questi casi il trucco non è attivabile.




Volete verificare gli spostamenti GPS fino a otto ore? Un altro semplice trucco per WhatsApp.

1) Bisogna impossessarsi per qualche istante del cellulare Android da controllare. Poi bisogna aprire il WhatsApp del cellulare da controllare.

2) Da un altro cellulare (meglio se con un numero telefonico sconosciuto al possessore del cellulare da controllare) inviare un messaggio WhatsApp al cellulare da controllare. Va bene anche un semplice 'ciao'.

3) Sul cellulare da controllare aprire il messaggio e attivare la condivisione della posizione per 8 ore (toccare l'icona con il simbolo della graffetta in basso a destra > 'Posizione' > 'Condivisione posizione').

4) Dopodichè bisogna chiudere e archiviare la chat clandestina (premere a lungo sulla chat e toccare l'icona 'Archivia' in alto a destra).

5) Se non è già stato fatto per il trucco precedente, entrare nelle impostazioni di Android, 'App''Gestione App' 'WhatsApp' > 'Notifiche'  e disattivare il gruppo di notifiche 'Altre notifiche'. Questo serve a nascondere la notifica di condivisione della posizione attiva. Come già visto per il trucco precedente, le notifiche di messaggi in arrivo e le altre notifiche di WhatsApp continuano a funzionare normalmente quindi l'utente controllato difficilmente potrà accorgersi di qualcosa.

6) Attivare la geolocalizzazione del cellulare (toccare l'icona GPS nel menù a tendina in alto o nella barra di controllo Android per accendere il ricevitore GPS del cellulare).

Fatto questo la chat clandestina sparisce alla vista. E con la chat sparisce anche l'evidenza che c'è una condivisione attiva della posizione. Ma ogni spostamento del cellulare controllato resta visibile in tempo reale sull'altro cellulare. Le chat archiviate infatti finiscono in fondo alla lista delle chat (nel menù 'archiviate') e quasi mai si va a guardarle.

AGGIORNAMENTO. Nel 2021 WhatsApp ha cercato di rimediare anche a questo bug mettendo le chat archiviate all'inizio della lista chat anzichè alla fine. Ma nella pratica questo non succede sempre. Se succede, spesso si riesce a spostare le chat archiviate in fondo alla lista con questi tentativi:
1) Chiudere e riavviare WhatsApp.
2) Se le chat archiviate sono ancora in cima alla lista aprire qualsiasi chat non archiviata, richiudere la chat, chiudere e riavviare WhatsApp.
3) Se le chat archiviate sono ancora in cima alla lista inviare un messaggio in una qualsiasi chat non archiviata, aprire il messaggio, cancellarlo, chiudere e riavviare WhatsApp.

Come per tutti i trucchi Android il funzionamento non è uguale in ogni cellulare. Nella maggior parte dei cellulari il trucco funziona. In alcuni cellulari, per avere la trasmissione delle posizioni anche quando il display del cellulare è spento, bisogna rimuovere WhatsApp dalla lista delle App con 'ottimizzazione automatica della batteria' o 'ottimizzazione automatica consumo energetico' . In altri casi bisogna attivare il permesso 'Avvio automatico in background' per WhatsApp. Ma sono stati segnalati casi in cui la trasmissione a display spento cessa in ogni caso (oppure procede a singhiozzo con fasi di stand-by). L'unica possibilità è fare una prova.



Volete verificare l'orario di apertura e lettura di un messaggio inviato? Un altro semplice trucco per WhatsApp.

In questo caso parliamo di una funzione alla luce del sole. Ma, quando forniamo assistenza ai ns. clienti su questioni legate a messaggistica e social, notiamo spesso che è una funzione assai poco conosciuta. Vediamo come scoprire l'orario di lettura di un messaggio inviato con WhatsApp. Bisogna premere a lungo sul messaggio di interesse per selezionarlo. Il messaggio viene evidenziato (di solito con una filigrana semitrasparente verde). A questo punto basta premere i tre puntini verticali in alto a destra e selezionare 'Info'. Ed ecco che appare l'orario esatto di lettura del messaggio. Ovviamente questa funzione non è attiva nel caso in cui l'interlocutore abbia scelto di disattivare le famose spunte blu, cioè la segnalazione grafica che il messaggio è stato letto.

Conoscere gli orari precisi di apertura e lettura dei messaggi a volte può svelare informazioni utili per verifiche e controlli discreti. Soprattutto se questi dati vengono correlati con info desunte ad es. da un localizzatore GPS o altri controlli.




Pagina pubblicata a scopo divulgativo per la difesa elettronica e per il legittimo controllo dei figli minori. Le intercettazioni di messaggi sono un reato. Decliniamo ogni responsabilità.

 


Servizi tecnici, informatici, difesa elettronica. Vedi...


Altre pagine connesse all'argomento:

Blogspot
Il nostro blog. Vedi...

Vera Crypt e Portable Apps. Un semplice sistema per tutelare i segreti.
Vedi...

Trojan di Stato o captatori informatici installati a distanza.
Vedi...

Signal per telefonare in modo sicuro.
Vedi...

ABC della sicurezza e della privacy nei cellulari Android.
Vedi...

Due trucchi basati sul WiFi per verificare la presenza di una persona.
Vedi...

Come scoprire un localizzatore GPS magnetico sotto ad un veicolo.
Vedi...

Come scoprire se siamo pedinati con un localizzatore.
Vedi...

Costruire un basilare localizzatore satellitare di emergenza in un minuto.
Vedi...
 


Acquisti sicuri PayPal






 



Cliccare qui

Pagamenti


Telefono Electronet.


Messaggia su Telegram

Messaggia su WhatsApp

  

ELECTRONET Via Asiago 22 41028 Serramazzoni (MO) - IT. Tel. +39 05361856240 n. 2 linee R.A. Fax +39 05361851123. Partita IVA IT 02811170360 - REA 333421 MODENA IT - Autorizzazione al commercio 12/99 Comune Pavullo (MO).

Privacy Policy e Cookies Policy